Alla ricerca di Hassan

Follow by Email
Twitter
Visit Us
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share

Alla ricerca di Hassandi Terence Ward

Nel 1998 la famiglia dell’autore che, negli anni Sessanta, aveva vissuto a Teheran e che, dalla caduta dello Scià e dall’inizio della Rivoluzione islamica, non vi aveva messo più piede, decide di approfittare delle aperture del neopresidente iraniano Khatami per intraprendere un viaggio in Iran. Ma questo viaggio nella memoria è anche un viaggio alla ricerca di Hassan: Hassan Ghasemi era il cuoco e giardiniere della famiglia e con lui si era stabilito un rapporto che andava ben al di là del tradizionale rapporto di lavoro.

La famiglia Ward, padre, madre e quattro fratelli, arriva in Iran con qualche timore (del resto l’America era pur sempre ancora il Grande Satana), ma è anche una famiglia anticonformista e progressista (i genitori avevano lasciato gli USA quando imperversava il Maccartismo; la curiosità e la ricerca dell’incontro avevano caratterizzato il loro girovagare per il mondo). Appena arrivati nel paese della Rivoluzione Islamica ritrovano immediatamente la caratteristica ospitalità iraniana e iniziano il loro viaggio di ricerca immergendosi nei colori, nei sapori e nelle meraviglie di questo paese dalla bellezza commovente. Terence Ward trasforma il viaggio in un’occasione per far immergere il lettore nella cultura, nella storia e nelle religioni iraniane. Un racconto scevro di pregiudizi che mi ha riportato ai giorni trascorsi in Iran in una bella ma troppo breve vacanza, facendomi rivivere i giorni trascorsi nelle sue splendide città, incontrando una popolazione orgogliosa della propria storia e cultura ma anche molto curiosa nei confronti dello “straniero” che è sempre gradito ospite.

Un libro che mi ha talmente immerso in quella cultura da desiderare di cucinare una cena interamente iraniana (complici anche alcuni “segreti” che Hassan rivela a uno dei fratelli Ward) pochi giorni dopo averlo terminato.

2003, Ponte delle Grazie, 351 pp

Follow by Email
Twitter
Visit Us
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *